Linea politica programmatica


LINEA POLITICA PROGRAMMATICA

del Coordinatore Cittadino ROBERTO BRUSA


8 anni sono passati dalla mia elezione a Segretario cittadino, 8 anni sono davvero tanti, 8 anni che in parte ho sottratto al lavoro, alla famiglia, ai miei interessi, 8 anni in cui ho dedicato tutto me stesso, senza riserve, con passione e impegno al nostro circolo, al nostro partito, alla nostra città. Abbiamo lavorato molto, ci siamo sacrificati, siamo caduti e ci siamo rialzati, abbiamo certamente commesso qualche errore ma con orgoglio posso affermare che abbiamo costruito.

Se guardo indietro rivedo i comizi, i direttivi, gli incontri itineranti, le raccolte firme, le interrogazioni consiliari, le discussioni, gli abbandoni, i ritorni, i convegni tematici, le conferenze stampa, le proposte inascoltate, i manifesti, una entusiasmante campagna elettorale cittadina in cui abbiamo raccolto ben 6606 voti, le primarie, le straordinarie vittorie alle elezioni europee, provinciali e regionali.

Permettetemi di fare un ringraziamento particolare al nostro gruppo consiliare che pur scontrandosi quotidianamente con la nullità di questa amministrazione, ha con coraggio e coerenza, senza mai disunirsi, prodotto atti forti e concreti per denunciare i disservizi, gli illeciti e ove possibile, proporre al governo cittadino alcune opportunità e buone pratiche amministrative.

Oggi proporrò al Congresso un direttivo cittadino, in gran parte collaudato ma con nuovi innesti importanti, composto da persone radicate in tutte le zone della città, rappresentative delle diverse fasce sociali, capaci di accorciare le distanze tra la politica e il territorio parlando direttamente ai cittadini. Il nuovo direttivo avrà la responsabilità di essere il cuore pulsante del nostro partito perché si assumerà il compito di supportarmi a definire l’indirizzo politico di questa delicata fase elettorale.

Per facilitare l’attuazione della linea politica indicata dal coordinamento, ritengo utile confermare la presenza di un esecutivo, che nominerò in seguito.

Istituirò con Stefano Criscuolo e Leopoldo Arduino una segreteria organizzativa che collaborerà con me nella gestione ordinaria del circolo cittadino: della tesoreria al tesseramento, dalla gestione della sede all’organizzazione degli eventi e iniziative che il partito intenderà porre in essere.

A tal proposito, visto che Stefano e Leopoldo provengono dalla giovanile del partito, vorrei sottolineare il bel percorso che questo gruppo sta compiendo. Il coraggio, la tenacia e l’abnegazione che stanno dimostrando i nostri ragazzi e da esempio per noi. Ringrazio quindi il Segretario Dario Vaccaro per tutti.

Infine rilanceremo e miglioreremo il lavoro delle commissioni tematiche aprendoci sempre più all’esterno del partito ed in questa fase costituiremo un gruppo di lavoro ad hoc che in sinergia con la coalizione di centro-sinistra che si sta pian piano delineando, lavorerà alla proposta programmatica da presentare alla città per le prossime elezioni amministrative.

Questa nuova proposta organizzativa è il frutto dell’esperienza fatta e nasce dalla volontà di voler essere più aperti, più incisivi, dinamici ed efficaci nella nostra attività politica.

Vogliamo continuare sulla strada del cambiamento facendo tesoro delle diverse esperienze, considerando l'apporto di tutti una risorsa indispensabile per la crescita del partito e per migliorare il nostro radicamento sul territorio.

Perché al centro della nostra proposta politica ci sono sempre i cittadini e loro esigenze: il lavoro, la legalità e i servizi alle persone. Siamo convinti che solo attraverso l’impegno politico si può rispondere alle richieste legittime della gente.

Abbiamo consolidato da qualche anno, il ruolo di primo partito in città, abbiamo conquistato la fiducia dei vertici provinciali e regionali, abbiamo l’onore di essere la guida di in vero laboratorio politico di centro-sinistra che metterà insieme i partiti popolari e riformisti, i cittadini liberi, le associazioni ed i movimenti civici, tutti animati da un unico fine: dare credibilità alla politica e riportare la nostra Pontecagnano Faiano al ruolo che merita, una città ricca di opportunità, lavoro e vivibilità.

Abbiamo sempre dimostrato con i fatti e non a chiacchiere, la nostra completa autonomia nelle scelte. Il Pd di Pontecagnano Faiano è un modello di democrazia, partecipazione e formazione di nuova classa dirigente. Gli ottimi rapporti con il Governatore De Luca e con le altre istituzioni, ci permetteranno di far tornare la nostra città protagonista dell’area vasta “Sele-Picentini”, beneficiando degli investimenti più importanti.

Come è accaduto fino ad oggi, non saremo più costretti a subire inermi le scelte degli altri: questa sarà la nostra forza e la nostra libertà.

Rilancio quindi con coraggio il ruolo dei partiti, veri luoghi deputati alla dialettica politica, alla partecipazione e alla formazione dei giovani amministratori, anche perché in questi ultimi 20 anni, tutti abbiamo visto il trasformismo ed il “civismo di comodo” di Sica e company dove ci hanno portato.

Chi oggi decide di chiudere ai partiti e al centro sinistra, decide di proseguire sulla strada degli ultimi 20 anni, non fa nulla di nuovo, apre semplicemente ad una nuova fase di Sica o di qualche suo adepto. Noi vogliamo fare qualcosa assolutamente differente, con un percorso chiaro e condiviso, vogliamo continuare ad essere alternativi ad un modo di fare politica e di amministrare che non accetteremo mai.

Siamo pronti a ripartire da qui, da quello che abbiamo ottenuto per conquistare un consenso maggiore, per crescere ancora, per convincere questa città a cambiare.

Siamo pronti ad offrire a Pontecagnano Faiano una classe dirigente capace di dare finalmente delle risposte, capace finalmente di risolvere i problemi.

Siamo pronti a fare tesoro delle scelte giuste così come ad imparare dagli errori fatti.

Non possiamo, non dobbiamo accontentarci di essere il primo partito cittadino ma dobbiamo raggiungere l’obiettivo di essere il primo partito di una coalizione vincente, pronta a governare questa città.

La militanza e l’impegno civico non hanno temporalità ma 8 anni alla guida di un organismo partitico sono tanti, forse troppi e se ho deciso di ricandidarmi ancora una volta alla guida del Pd cittadino, è solo perché l’entusiasmo, il lavoro e la passione di tutti quelli che hanno sempre creduto nel progetto politico costruito con fatica negli anni, fanno finalmente intravedere la possibilità di rinascita sociale, culturale ed economica della nostra Pontecagnano Faiano.

Bisogna continuare senza sosta il lavoro profuso sul territorio, guardare negli occhi le persone e presentarci senza paura per quello che siamo e per quello che siamo stati in questi duri anni di opposizione.

Non immagino di preciso cosa ci aspetterà nei prossimi mesi, so solo che ci attenderà un lavoro senza precedenti ed io, come sempre, sarò in prima fila senza mai tirarmi indietro. Sono pronto, siamo pronti a governare la nostra città!


Pontecagnano Faiano, lì 22/10/2017

Il Coordinatore Cittadino
Roberto Brusa

 

Sondaggi

Come giudicate l'operato dell'attuale Amministrazione comunale di Pontecagnano Faiano?
 
BRUX